Articoli

ARYZE annuncia una partnership con AmaZix

ARYZE, il creatore della moneta stabile danese eKroner ha annunciato la sua partnership con AmaZix, la piattaforma di community engagement.  Questo porterà le monete stabili – la nuova generazione di crypto monete – nel mainstream e aiuterà a migliorare la comunità ARYZE. Mentre si continua a fare progressi pionieristici nel mercato delle valute digitali. Ridurrà anche il fattore imprevedibilità che solitamente circonda gli investimenti nel mondo crypto.

AmaZix ha aiutato oltre 100 progetti di cripto a raccogliere un totale di 1,1 miliardi di dollari e l’azienda è cresciuta da sei a 120 dipendenti in 20 paesi del mondo in poco più di un anno. Offre anche consulenza strategica su whitepaper e programmi di ricompense. L’azienda offre un servizio globale unico di startup criptate. AmaZix assicura che i canali e i forum della comunità come Telegram, Bitcoin Talk e Reddit siano monitorati 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre le domande ricevano sempre una risposta tempestiva.

Agisce anche come tutel a difesa contro le attività fraudolente. AmaZix aiuta a prevenire perdite di denaro a criminali e truffatori attraverso l’impersonificazione e canali sociali o siti web clonati.

ARYZE presenta la sua collaborazione con AmaZix

Lo scopo di ARYZE è quello di colmare la distanza tra il denaro fiat convenzionale e le valute digitali.  ARYZE emette monete stabili completamente rimborsabili. L’azienda dimostra l’affidabilità della moneta crypto stabile. Questo aiuta a ridurre la volatilità del settore della moneta crypto garantendo che siano supportate da una valuta stabile.

Questa fusione di entrambe le società contribuirà a portare le monete stabili nel mercato tradizionale e ad aumentare la fiducia delle comunità nel mercato delle monete stabili criptate. Riduce l’imprevedibilità che solitamente circonda gli investimenti cripto.

CEO di ARYZE, Jack Nikogosian, ha detto: “Per gli utenti, creiamo un’esperienza di pagamento unica, modulare e personalizzabile che riduce i costi di transazione a quasi zero in tutto il mondo. Per le aziende, creiamo grandi opportunità di risparmio utilizzando questa nuova tecnologia su una piattaforma digitale, con una varietà di strumenti analitici. Tutto questo è reso possibile dalle nostre valute stabili e programmabili. Il nostro obiettivo principale è quello di aiutare le Nazioni Unite con il loro obiettivo di sviluppo sostenibile di ridurre i costi di transazione sui pagamenti delle rimesse.

Kenneth Berthelsen, l’amministratore delegato di AmaZix, ha detto: “Per raggiungere questo futuro, la crypto deve essere un prodotto facilmente utilizzabile per le persone e le aziende comuni, consentendo agli utenti di interagire senza soluzione di continuità tra il vecchio e il nuovo mondo della finanza. Crediamo che questo sia esattamente ciò verso cui ARYZE lavorerà”.

 

svizzera-leggi-finanziarie

La Svizzera vuole inserire la cripto all’interno delle leggi finanziarie esistenti

Da sempre autonoma ed indipendente, la Svizzera ha un’amministrazione già decentralizzata senza bisogno della blockchain, adesso vuole inserire la cripto all’interno delle leggi finanziarie esistenti

Svizzera il “criptostato”

La Svizzera è al momento il primo paese in Europa in merito alle criptovalute ed al blockchain, è infatti il paese europeo che offre le migliori condizioni per operare in questo nuovo campo dell’IT

E’ il primo in una classifica di 48 paesi davanti Gibilterra e Malta, grazie alle normative sulle alle ICO, sulle criptovalute, ed sulla blockchain

Sai che proprio la Svizzera, ha permesso di registrare la prima identità digitale, basata sulla blockchain di Ethereum?

E’ stato infatti possibile per la prima volta, pagare servizi e tasse pubbliche, presso la città dì Zugo, famosa per essere la sede di Ethereum

Nella confederazione elvetica sono già presenti ben due associazioni legate a blockcahin e criptovalute, la Blockchain Society, e la Criptovalley Association

Blockchain Society, si tratta di una rete nata in ambito studentesco, che vuole far sviluppare in Svizzera un ecosistema Blockchain

Gli studenti che la compongono provengono da diversi ambiti di studio, tutti hanno in comune la passione per le criptovalute, e la tecnologia blockchain

Criptovalley Association, si tratta di una associazione sostenuta dal governo ma del tutto indipendente, ha lo scopo di costruire un ecosistema basato sulla crittografia, e sulla tecnologia dei blocchi in Svizzera

Mette in comunicazione le start-up che operano nel blockchain e nelle criptovalute, con aziende già consolidate

Il fisco elvetico ed il Bitcoin

Nel 2013 il parlamento svizzero decise di occuparsi del nascente fenomeno delle criptomonete

Nell’anno successivo il governo federale affermò che le transazioni con le criptovalute avrebbero dovuto seguire le stesse normative vigenti per le valute flat

Le procedure per identificare i clienti KYC ( Know Your Customer), e quelle per l’antiriciclaggio AML ( anti money laundering) sarebbero state le stesse

Sin dall’inizio quindi la Svizzera ha considerato la criptovalute alla stregua delle monete tradizionali

Nel 2018 il Municipio di Chiasso ha deciso di accettare i pagamenti locali delle tasse con i Bitcoin, l’unico limite è posto dall’ammontare del pagamento, che non può superare i 250 franchi svizzeri

Lo stesso pagamento può essere fatto nella città alpina di Zugo, già meta di molti imprenditori di criptovalute; qui il limite dei pagamenti delle tasse scende a 200 franchi

Questa iniziativa a dir poco rivoluzionaria, ha avuto subito come conseguenza l’avvio nella città di confine di ben otto start-up

Leggi antiriciclaggio e criptovalute

La legge svizzera in merito al money laundering, ha previsto degli obblighi per gli intermediari finanziari

La forma decentralizzata ed anonima della blockchain infatti aumenta i rischi in merito al riciclaggio del denaro sporco

FINMA e l’emissione dei token

La Swiss Financial Market Supervisory Authority (FINMA), nel gennaio del 2018 ha pubblicato delle linee guida in merito agli operatori che intendono avviare una ICO ( Initial Coin Offering)

Il documento stilato delinea delle guidelines, che classificano per la prima volta i Token in tre categorie ben distinte:

Token di autorizzazione o di utilizzo, si tratta dei token che hanno la finalità di fornire un accesso ad un servizio digitale o ad una utilizzazione ben specifica

-Token d’investimento, sono dei gettoni che rappresentano dei valori patrimoniali, quote di aziende (ricavi, dividendi, pagamenti d’interessi)

Qui il token viene paragonato ad una obbligazione, o ad una azione

-Token Criptovaluta, il token in questo caso è considerato come una criptovaluta, non sono collegati ad un progetto ben preciso, e divengono dei metodi di pagamento solo dopo qualche tempo

Sappi che tramite l’ICO si possono creare degli investimenti per il business grazie ad una raccolta fondi (fund-rising), tramite la tecnologia blockchain

10 eventi 2019

10 eventi crypto che vedrai nel 2019

Si prospetta un anno pieno di novità per la blockchain, ecco i 10 eventi crypto che vedrai nel 2019

 

Gli eventi crypto di fine 2018

Il 2018 è stato ricco di eventi e conferenze nel mondo delle criptovalute e della blockchain

Sei stato testimone di investimenti milionari da parte della Francia, ed altri paesi e grandi aziende hanno iniziato ad utilizzare piattaforme basate sulla tecnologia blockchain

Le conferenze della fine del 2018

Nel solo mese di dicembre ci sono stati eventi come come il WIRESUMMIT2018 in India, il WORLD BLOCKCHAIN SUMMIT in Arabia Saudita ed il BLOCKCHAINER FORUM 2018 in Cina.

In Europa ha tenuto banco il CRYPTOCURRENCY WORLD EXPO LONDON SUMMIT in Inghilterra

 

Cosa ci riserverà il 2019?

Secondo molti esperti del mondo crypto il 2019 sarà portatore di parecchie novità nel mondo della blockchain

 

I 10 eventi crypto che vedrai nel 2019

 

La nascita degli STO

Il 2018 ha visto nascere moltissime nuove criptovalute, le Initial Coin Offering, chiamate più semplicemente ICO hanno infatti finanziato moltissime startup

Spesso però i token ottenuti dal lancio delle nuove criptovalute sono stati delle truffe, tanto da indurre alcune istituzioni a chiudere molte piattaforme, come nel caso del Colorado

Questo nuovo anno potrebbe decretare l’inizio dell’era degli STO, i security token regolamentati.

Gli STO avranno la supervisione da parte di stati, e di altri organismi internazionali, una sicurezza reale per gli investitori

 

La prima grande banca nel mondo delle criptovalute

Già da tempo si vocifera di un entrata in pompa magna da parte di una grande banca, nel mondo delle criptomonete

Bitcoin ed Ethereum con la loro piattaforma blockchain, negli ultimi due anni hanno attirato innumerevoli aziende e sono stati utilizzati da molti stati nel mondo

 

L’interesse di Goldman Sachs e JP Morgan è ormai tangibile, e non si esclude che entrino nel mercato crypto in questo 2019

 

Le sorti del Bitcoin

Ti chiederai cosa accadrà dopo il crollo del Bitcoin lo scorso dicembre, e se ci saranno delle ripercussioni nel mondo della blockchain

Comunque vada il 2019 sarà un anno decisivo per il Bitcoin, capiremo se si stratta semplicemente di una valuta speculativa, tesi da sempre avanzata dagli scettici

oppure se la sua stabilizzazione, la confermerà come il metodo alternativo di pagamento per eccellenza

 

L’ Asia si sposta negli Stati Uniti

Le idee confuse, ed i contini dietrofront di Cina e Corea del Sud nei confronti delle criptomonete, hanno colpito duramente il mercato mondiale dominante nel mining, quello asiatico

I più grandi investitori asiatici, come Binance, Huobi, Alpha Square Group, Aurablock Capital e Alpha Omega Capital, hanno deciso di spostarsi in USA

fra le prime al mondo nel mondo crypto, queste grandi aziende vedono nella chiarezza normativa degli Stati Uniti, una sicurezza

 

Gli istituti finanziari “legacy” acquisteranno infrastrutture di asset digitali

Molte nuove criptovalute nel 2019 supereranno la loro prima fase, successivamente sono previste molte fusioni e acquisizioni all’interno dell’ecosistema delle criptovalute

Si prospetta infatti che DTCC, Cede and Co, NYSE, EuroNext, JPX, e Nasdaq, acquisiscano delle nuove infrastrutture crittografiche come Huobi, Binance, Coinbase, Circle, DRW, etc.

 

Il declino di Ethereum

Lo standard degli smart contracts di Ethereum ERC-20, è lo stato dell’arte nel mondo ICO

Il suo linguaggio di programmazione per i contratti intellgenti Solidity è conosciuto da tutti gli sviluppatori.

Nel 2019 però la nuove piattaforme blockchain per gli Smart Contracts, sviluppate da Stellar, NEO, Hedera e IBM Hyperledger Fabric prenderanno piede

Forti di una maggiore velocità e molto più economiche, potrebbero entro breve spodestare Ethereum, la regina della blockchain

 

Malta all’attacco degli USA

Malta ha attratto molti investitori che vedono nell’ecosistema del blockchain il futuro della finanza e delle transazioni economiche

Ma per potersi fregiare del nome di “Blockchain Island”, Malta deve fare i conti con una reputazione bancaria, che non è delle migliori

Il caso Satabank ed i molti conti correnti tutt’ora inaccessibili ne è un esempio

 

L’isola al centro del Mediterraneo, ha infatti aumentato i controlli sui conti correnti delle aziende, e di molti privati cittadini

Lo scopo è quello di passare e poi mantenere regole più severe di KYC e AML, per dare maggiore sicurezza agli investitori nell’utilizzare i fondi depositati nelle banche maltesi

I Token quotati in borsa

Oltre ad essere scambiati dai nuovi sistemi di trading automatizzati gestti dai broker-dealer, presto gli scambi di futures su Bitcoin potrebbero approdare sul Nasdaq, il mercato borsistico elettronico americano

 

Nuove regole per gli investimenti STO

Mentre è possibile anche per i piccoli investitori poter finanziare una startup con una ICO,
le regole in vigore permettono solo ai grandi investitoti di investire in STO

Il 2019 potrebbe portare a delle regole che aiutino i piccoli e medio investitori ad avere accesso alle STO (Security Token Offering )

 

I Token ed il calcio

Il 2018 ha visto la prima squadra di calcio acquisita da una azienda che si occupa di blockchain

 

Il 2019 vedrà “scendere in campo” anche la Juventus ed il Paris Saint Germain, che avranno un proprio token

Una criptomoneta che consentirà ai fan di poter giudicare le scelte del proprio club di calcio, tramite delle votazioni, oltre che acquistare biglietti e merchandise

 

 

Colorado pugno pesante sulle ICO truffaldine

Il Dipartimento di Stato Colorado delle agenzie di regolamentazione (DORA) ha dato ordini di far cessare e ridurre gli ICO. Jared Polis, un politico, imprenditore e filantropo americano, che è il governatore dello Stato del Colorado, sta già avendo un enorme impatto sulla scena della blockchain e delle cripto monete. E’ stato eletto Governatore del Colorado nel 2018 e con l’aiuto del DORA, sta cercando di ripulire la scena delle  cripto valute. Il fine ultimo è di  regolamentarla.

Leggi anche cosa ha fatto la Korea del Sud e la Cina circa che cripto monete.

Colorado sulle ICO

Jared Polis è membro del Partito Democratico ed ex membro del Colorado State Board of Education.  È tra i membri più ricchi, con un patrimonio netto personale stimato a quasi 400 milioni di dollari.  Gli ordini di cessazioni sono stati inviati dal DORA a Global Pay Net, Cred (facendo affari come Credits LLC), CrowdShare Mining e CyberSmart Coin Invest. Quest’ultimo ha persino un robot che investe su Bitmex con algoritmi segreti per ottenere profitti.

Questa scena ICO truffa è stata presa molto seriamente dallo Stato del Colorado e mentre non tutte le aziende hanno avuto ordini di far cessare i propri servizi in quanto truffe, alcune potrebbero avere pensanti multe ed essere sospese. La maggior parte degli ICO attirano milioni di dollari in cambio di una manciata di token.  Il Colorado sta certamente facendo del suo meglio per ripulire la scena ICO e regolamentarla.

DORA ha emesso 4 ordini di chiusura all’inizio di questo mese ed una delle aziende ha affermato di non aver mai ricevuto nulla.  PinkDate ha detto che non ha mai ricevuto infatti un ordine di questo tipo ed è stato addirittura presunto che PinkDate non aveva un indirizzo di posta fisico. Il problema quindi è se si può avere un ordine di cessazione per non avere un indirizzo di posta.

Alcune delle aziende che non sono state registrate come garanzia dallo Stato sono infatti etichettate come truffe e chiuse con decreti. L’Autorite’ des Marche’s Financiers (AMF), nel tentativo di ripulire la scena ICO, sta creando un quadro giuridico che garantirà un OICVM per le ICO. Altri paesi europei, oltre alla Francia, sperano che questo sistema venga adottato.  Prima di investire in un OIC, quindi fai sempre la tua ricerca.