Come la tecnologia blockchain può migliorare le infrastrutture degli Stati Uniti?

Uno degli obiettivi primari dell’attuale amministrazione degli Stati Uniti d’America è quella di rinnovare le infrastrutture del Paese.  Si parla soprattutto delle vie di navigazione interna, fondamentali per il trasporto di beni di prima necessità come grano, acciaio, carbone e prodotti petroliferi.

Di recente la tecnologia blockchain è stata introdotta nel dibattito sulle politiche infrastrutturali come una delle nuove soluzioni cruciali.

In che modo la tecnologia blockchain può migliorare le infrastrutture americane?

Il Governo Federale ha già iniziato a investire le possibili applicazioni della tecnologia blockchain per snellire il processo di rinnovamento delle infrastrutture.

Lo scorso anno, lo Stato dello Utah ha approvato il contratto della Petroteq Energy, che integra la blockchain nelle sue operazioni.

Altre imprese che seguono la stessa strada sono 360 Blockchain, BTL Group, Hive Blockchain Technologies e Marathon Patent Group.

Il vantaggio della blockchain risiede nel suo carattere decentralizzato e pubblicamente distribuito.
Le transazioni si contabilizzazione tramite moneta digitale, ma anche brevetti o altri oggetti fisici, come gli edifici.

La blockchain permette anche che il possesso di beni materiali venga frammentato in piccole parti, rendendo più semplice rintracciarne i proprietari.

Il potenziale della blockchain nel campo delle infrastrutture

Altro gran potenziale di questa tecnologia è quello di aprire ogni sorta di investimento all’utente medio.
Esempio: un nuovo ponte a pedaggio potrebbe essere completamente finanziato da singoli individui, che riceverebbero una porzione del pedaggio proporzionale al loro investimento.

Al momento, questo tipo di partnership pubbliche-private (le cosiddette PPP), non sono ancora disponibili ai singoli cittadini.
Ma quando questo sarà possibile i cittadini potranno finanziare autostrade, stadi, parcheggi e altri tipi di infrastrutture.

Contare su un maggior numero di finanziatori locali significherebbe anche avere più persone interessate nell’evoluzione del progetto e una presa di responsabilità maggiore.

Inoltre i governi locali e le imprese di costruzione potrebbero utilizzare la blockchain per tenere traccia di materiali acquistati, permessi e contratti.

Il potere della trasparenza

Secondo Andrew Lindsey, stratega per Alpha Corporation:

La blockchain permette di avere a disposizione un “libro mastro“ immediato, crittografato e non manipolabile del flusso di elementi coinvolti nel contratto di costruzione.

Sarebbe possibile ad esempio identificare con precisione dove si trovano i materiali e quando arriveranno. Questo equivarrebbe a pianificazioni, stime dei costi e, più in generale, fasi del processo di ingegneria, più precise.

E dal momento che il “libro mastro“ della blockchain sarebbe accessibile a tutti, le aziende e gli ufficiali responsabili del progetto non potrebbero scaricare la colpa dei ritardi ai fornitori.

I responsabili dei problemi e dei ritardi nei progetti infrastrutturali potrebbero essere identificati con facilità e chiamati a rispondere.

Le infrastrutture sono un settore fondamentale per la crescita economica, ma finora gli Stati Uniti utilizzano dei processi finanziari e di costruzione che non si sono rivelati efficienti.

La tecnologia blockchain non risolverà tutti i problemi, ma ha senza dubbio il potenziale per fare una grande differenza.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

This post is also available in: Inglese

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *