Al G20 la tassazione sulle crypto monete

La riunione del G20 si è svolta di recente a Buenos Aires, in Argentina. I leader del G20 hanno chiesto la tassazione della cripto moneta.  Una versione definitiva del regolamento di un documento presentato congiuntamente dai leader del G20 chiedeva “un sistema di tassazione per i servizi elettronici transfrontalieri“. Si prevede che sarà in vigore entro il 2020.  Ciò sarà in linea con le norme del Gruppo di azione finanziaria internazionale (GAFI).

Brent Jaciow, Head of Blockchain Affairs alla piattaforma di monitoraggio dei dati musicali, Utopia Music, ha commentato:

“Si tratta di un enorme passo nella giusta direzione per l’industria. Fornire una supervisione regolamentare e un quadro di riferimento su come pensare di possedere, investire e tassare i diversi scaglioni di monete crypto. Senza l’esatta conoscenza di quanto sopra, queste entità rimarrebbero ai margini. Proprio come i mercati globali dei capitali, non c’è nulla che le grandi società temono più dell’incertezza, soprattutto per quanto riguarda lo status giuridico e la tassazione.

Lo sviluppo di standard internazionali per regolare le nuove tecnologie, come le valute criptate, è un passo necessario per l’evoluzione del mercato della moneta criptata. Senza un controllo regolamentare e un quadro definito per la tassazione e la rendicontazione, non c’è modo che entità più grandi entrino nello spazio per timore di contraccolpi normativi. I potenziali ostacoli causati dall’aumento della regolamentazione sono piccoli rispetto ai benefici dell’adozione generalizzata di tecnologie di contabilità distribuita e di cripto monete.’

Tassazione Crypto

Ha commentato Robertas Višinskis, fondatore di Mysterium Network, una fondazione open source senza scopo di lucro focalizzata sulla sicurezza e la privacy, e il primo progetto VPN blockchain decentralizzato al mondo:

È entusiasmante vedere che alcuni dei paesi tra i più potenti del mondo riconoscono non solo potenziali benefici delle valute criptate e delle nuove tecnologie, ma anche l’importanza di avere standard internazionali per regolamentarle.

Questa sarà una sfida, dati i diversi modi in cui alcuni gli Stati membri del G20 hanno iniziato a regolamentare gli asset della cripto moneta. La Cina ha una severa regolamentazione delle valute cripto, ma accoglie con favore gli investimenti blockchain, mentre il Regno Unito deve ancora emanare leggi o regolamenti relativi alle valute cripto. 

Tuttavia, nel complesso, il G20 chiede la tassazione della moneta cripto ed è ad un passo importante nell’adozione diffusa di valute cripto. Tutto ciò continuerà ad aiutare l’evoluzione del mercato. La regolamentazione aiuterà a filtrare i movimenti fraudolenti del mercato e a costruire la fiducia nei progetti di blockchain e di cripto valuta“.

 

 

 

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

This post is also available in: Inglese

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *